Ora i miei sbagli sono solo dettagli.

Uno sguardo e il mio castello di sicurezze frana.

occhipieni-dite:

“E volevo farlo, giuro che volevo farlo. Scappare e venire da te, abbracciarti e poi urlarti contro che fa male da morire quando non ci sei”. 

occhipieni-dite:

“E volevo farlo, giuro che volevo farlo. Scappare e venire da te, abbracciarti e poi urlarti contro che fa male da morire quando non ci sei”. 

(via fuckthisdistancebehere)

emozionibloccate:

alliwantisyou-s:

Vale la pena leggerlo.

(via fuckthisdistancebehere)

“Ci eravamo incontrati perché doveva succedere, e anche se non fosse stato quel giorno, prima o poi ci saremmo sicuramente incontrati da qualche parte.”

—   JustGiveMeAReason (via justgivemeareason99)

(via fuckthisdistancebehere)

“Quegli abbracci che mi fanno diventare così piccola, e le tue mani sono così grandi,
e mi accarezzi i capelli, le guance
e poi non lo sai tu
che mi accarezzi persino il cuore.”

hopelessaless:

seiilmioantidolorifico:

Tutto.

-

“L’unica malattia era la solitudine che aveva dentro.”

—   Kurt Cobain (via soffroeppuremivienedaridere)

(via fuckthisdistancebehere)

sorreggimi:

~
pezzidicuorescioltinellacido:

maisaziadite:

Esiste il reblog infinito?

ricordo ancora quando me le baciasti via

pezzidicuorescioltinellacido:

maisaziadite:

Esiste il reblog infinito?

ricordo ancora quando me le baciasti via

(Fonte: sinsyny, via fuckthisdistancebehere)

come-te:

 
yourblackdiamond:

✝We’re not in wonderland anymore alice✝
albespente:

/

“Sono le persone silenziose quelle che hanno di più da trasmettere. Sembrano vuote, mentre dentro esplodono e nessuno se ne accorge.”

tatschstagram:

Volevo che qualcuno si prendesse cura di me. Volevo che qualcuno mi prendesse per mano e mi portasse a casa. Volevo che qualcuno dicesse che era tanto contento di avermi finalmente trovato.

Ero persa, presa da mille delusioni, ero sola in mezzo all’universo e non trovavo pace. Mi mancava tutto, il senso di vuoto regnava in me, come un continuo salto nel vuoto e non ne potevo più, volevo cadere, toccare il fondo, stare bene e poter tornare quella di una volta.

(via tatschstagram)